Compostaggio di Comunità: visita del M5S al Centro Ricerche Enea di Roma [VIDEO]

Una delegazione del MoVimento 5 Stelle è stata in visita presso il Centro Ricerche Enea di Casaccia (Roma) per approfondire la conoscenza della ricerca nei settori della sostenibilità ambientale, che porta avanti l’Ente.

I parlamentari, tutti membri delle commissioni ambiente dei due rami del Parlamento, tra cui le senatrici Moronese e Nugnes, ed i deputati De Rosa, Micillo, Vignaroli e Zolezzi sono stati accolti dal direttore infrastrutture e servizi l’ing. Marco Citterio, ed hanno avuto un momento dedicato all’approfondimento del lavoro che svolge l’Enea con il suo Dipartimento sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali con il dr. Roberto Morabito.
Successivamente i parlamentari hanno incontrato il dr. Fabio Musmeci che li ha accompagnati a visitare l’impianto di Compostaggio aerobico di Comunità in sperimentazione da diversi anni presso il centro.

La rivoluzione del compostaggio di comunità

Il compostaggio di comunità è un processo di stabilizzazione aerobica controllata del materiale organico selezionato dai RU, ci permette di accelerare e migliorare il processo a cui naturalmente va incontro ogni sostanza organica. Se fatto rientrare nelle strategie di gestione dei rifiuti concorre ad assolvere alla priorità n°1 delle norme europee, ovvero la prevenzione.

Grazie ad alcuni emendamenti del M5S inseriti nella legge 28 dicembre 2015, n. 221 in particolare agli articoli 37 e 38, è diventato realtà il compostaggio di comunità (anche detto di prossimità) ovvero il compostaggio domestico e non domestico effettuato collettivamente, che sempre secondo quando dettato dalla legge premierà con la riduzione della tassa sui rifiuti i cittadini o le aziende florovivaistiche che lo effettueranno.

Per il mese di Febbraio 2017 è attesto il decreto attuativo che renderà operativa la legge al 100%, ed è importante evidenziare che ad esempio anche un piccolo condominio potrà chiedere l’autorizzazione al proprio Comune per effettuare l’autocompostaggio (fino ad un massimo di 80 ton/anno) senza che vi sia bisogno di particolari procedure autorizzative che innescavano l’infernale meccanismo delle conferenze dei servizi che finivano di fatto col scoraggiare gli enti e i cittadini. Basterà effettuare una comunicazione al Comune e agli enti competenti, utilizzando dei modelli che saranno disponibili a seguito della pubblicazione dei decreti attutati, per essere subito operativi entro pochi giorni.

Come funziona una compostiera di comunità, quali costi e quali vantaggi?

Nel video la sintesi della giornata trascorsa dai parlamentari del M5S al centro Enea di Casaccia di Roma, e alcuni cenni sul funzionamento di una macchina per il compostaggio, che i ricercatori del centro utilizzano e sperimentano da anni, conferendo gli scarti della mensa.

La visita al centro è stata particolarmente positiva in quanto si è constatato che le proposte del M5S riferite al compostaggio di prossimità e approvate con il collegato ambientale di dicembre scorso sono anche comprovate dalla sperimentazione tecnico-scientifica condotta dal centro Enea e non è stata riscontrata alcuna difficoltà o criticità nell’impianto, dove anzi si avvertiva il profumo di sottobosco. Quello della prevenzione dei rifiuti, del riciclo, riutilizzo e riuso dei materiali post-consumo con particolare riguardo alla materia organica è la strada giusta da perseguire per limitare e ridurre l’utilizzo di discariche e inceneritori anzi giungere in un futuro non lontano alla loro definitiva chiusura.

Un ringraziamento va a Enea per la disponibilità dimostrata.
grafico.png

Playlist con 8 video della visita del M5S al Centro Ricerche ENEA della Casaccia(Roma) https://www.youtube.com/playlist?list=PL0e8sLVJ-aG84mKe2la2OFZ1u7nbe2tF3

http://www.movimento5stelle.it/parlamento/ambiente/2017/01/compostaggio-di-comunita-visita-del-m5s-al-centro-ricerche-enea-di-roma.html

One Comment

  1. Pingback: Compostaggio di Quartiere, fai aderire il tuo Comune con questa mozione - VilmaMoronese.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *