Spegnere l’inferno tossico dell’Ilside che brucia da 4 giorni primo obiettivo, subito dopo le responsabilità

Aggiornamento ore 11.00 prima del sopralluogo all’Ilside

Aggiornamento dopo il sopralluogo all’Ilside terminato alle ore 13.35 circa

Io penso che i cittadini debbano sempre sapere tutto e in questi casi è fondamentale, vi spiego in sintesi cosa abbiamo fatto e cosa faremo, poi comunque ci vedremo in piazza questa sera a Bellona alle 20.00

La prima cosa è spegnere l’incendio che va avanti da 4 giorni, e purtroppo sappiatelo andrà avanti ancora per altri giorni, è un disastro enorme più di quello che si possa immaginare, non vi consiglio di andare sul posto perché in quel sito c’è amianto bruciato, tantissimo, e oggi ne abbiamo respirato parecchio. Quindi tutti lontano da li per favore, io stessa ho pregato i cittadini che sono accorsi sul posto di andare via di li, e infatti siamo andati poi ad un bar lontano per fare una piccola riunione e il punto della situazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Primo punto l’escavatore cingolato
Siccome la prima cosa è spegnere l’incendio sono andata a verificare che i nostri Vigili del Fuoco avessero ricevuto l’escavatore cingolato di cui non c’era disponibilità in tutta la Campania e che è venuto dalla Calabria, come vi avevo già anticipato. L’escavatore cingolato, serve per gettare terreno sui cumuli di rifiuti ardenti, perché l’unico modo per spegnerli è per soffocamento, con l’acqua continuano a bruciare. Nel caso non fosse arrivato lo avremmo chiesto sicuramente all’Esercito, ma dovete sapere che per motivi tecnici i nostri Vigili giustamente hanno bisogno di guidare loro stessi i mezzi, perché sono addestrati per questo e di usare un loro mezzo cioè appartenente al loro corpo.

Secondo punto le squadre sul campo
Su Caserta e provincia abbiamo 9 squadre, 4 sono impegnate a Bellona fisse, le altre sono impegnate negli altri incendi, monti Tifatini, litorale Domitio ecc ecc
Questi uomini, la cui valenza ho potuto constatare con i miei occhi stanno dando più del massimo, ma hanno bisogno di ricambio, perché lavorare per giorni interi oltre al calore, ai gas tossici e lo sforzo fisico e con la maschera addosso è troppo pesante, è importante e giusto che riposino e che effettuino una rotazione.

Cosa abbiamo fatto
Per prima cosa ho chiamato il Prefetto di Caserta, persona molto cordiale e attenta, mi ha assicurato che stanno lavorando alla questione dal primo giorno ed era quindi informato di tutto, e da parte loro come della Procura c’è tutto il supporto per ogni cosa necessitasse.

Poi dopo il Prefetto, ho sentito il comandante di Caserta dei Vigili del Fuoco protempore, il quale anch’egli mi ha assicurato tutto il supporto, pur se si trovano con scarsità di uomini e mezzi, ma la questione lo sapete è cronica, e noi in Parlamento ci siamo battuti e ci stiamo battendo per loro e nonostante il Governo abbiamo anche approvato, quindi è nero su bianco di rafforzare i Vigili del Fuoco ad oggi non ha fatto nulla. Quindi non appena le squadre di Vigili del Fuoco operanti sul sito all’incendio in atto a Bellona, chiederanno una turnazione l’avranno.

Contemporaneamente il M5S ha già depositato un’interrogazione in Regione Campania, tramite Vincenzo Viglione, iniziare a fare subito luce su quello che è successo, perché vogliamo naturalmente capire di chi sono le responsabilità di tutto ciò.

Cosa faremo
Io stessa ho preparato un’interrogazione, ma intendo inserire ogni cosa, affinché chi poi dovrà indagare e ricercare le eventuali colpe abbia il quadro della situazione più chiara possibile, se avete documenti o cose che mi volete segnalare non ci pensate su due volte.

Sia chiaro, qui siamo di fronte ad un sistema criminale, che sa come muoversi ed ha anche evidentemente il supporto politico, i personaggi che girano attorno a questo settore non a caso sono sempre gli stessi, bisognerà fermarli e noi come sempre non ci tireremo indietro e denunceremo ogni cosa.

Ci vediamo più tardi in piazza, c’è bisogno che la gente si faccia sentire e vedere, partecipate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi