M5S: Acquedotto Carolino (Caserta) interrogazione al Senato della Repubblica

L’impegno continuo ed inesorabile del Movimento 5 Stelle sulle problematiche ambientali è dimostrato dal lavoro giornaliero e costante che svolgiamo. Proprio in questi giorni stiamo lavorando al Decreto Legge sulle emergenze ambientali che tratta della Terra dei Fuochi e dell’Ilva. Due enormi questioni che questo Governo non si decide ad affrontare con serietà ed onestà.

Nonostante i lavori di Commissione e di Aula continuiamo ad occuparci anche del nostro territorio per quelle che sono le problematiche locali che seppur hanno meno clamore mediatico nascondono insidie altrettanto gravi e pericolose.

E’ questa la ragione per la quale ho presentato nei giorni scorsi una interrogazione circa le condizioni di degrado che interessano un tratto del celebre “Acquedotto Carolino”, ampiamente sottoscritta da molti colleghi del Movimento 5 Stelle. Degrado segnalato in maniera estremamente dettagliata nella denuncia presentata alcuni mesi fa dall’ing. Luigi Cobianchi, consigliere comunale presso il Comune di Caserta, e che ho deciso di tradurre in apposita interrogazione parlamentare depositata nei giorni scorsi al Senato allo scopo di fare quanto prima chiarezza sulla grave condizione evidenziata anche dal video-denuncia di Roberta Ventrella

Riteniamo inaccettabile, infatti, una condizione che parla non solo di rifiuti di ogni genere abbandonati lungo un tratto dell’acquedotto, ma addirittura del rinvenimento di immissioni fognarie abusive, alcune delle quali fanno pensare persino a canali di scarico potenzialmente riconducibili allo smaltimento abusivo di fanghi industriali proveniente delle fabbriche presenti in località “Lo Uttaro”.

Una situazione che richiede massima urgenza sia in termini di accertamento delle responsabilità che hanno consentito il concretizzarsi di una situazione simile, sia nella predisposizione e realizzazione degli interventi utili alla bonifica del sito che dovrebbe far parlare di se, come di tutto il complesso monumentale acquedottistico, per il suo immenso valore storico ingegneristico e non per l’ennesima discarica abusiva presente sul territorio casertano sul quale ancora una volta mi trovo a dover intervenire dopo la questione “Cava Monti” a Maddaloni, la situazione “Lo Uttaro” inserita nello Spazzatour della scorsa estate e la vicenda dei famosi laghetti di Capua sulla quale stiamo lavorando assieme ai cittadini attivisti del territorio.

Qui l’interrogazione atto senato n. 4-01574

Allegati

One Comment

  1. Pingback: Acquedotto Carolino seconda interrogazione parlamentare del M5S - Iuliano Andrea

Rispondi