AMBIENTE, M5S: CON L’APPROVAZIONE DELL’AFFARE ASSEGNATO SUI NITRATI TUTELIAMO I NOSTRI CAMPI, LA SALUTE E AMBIENTE

ROMA, 6 AGOSTO – È stata votata questa mattina all’unanimità, dalle commissioni ambiente e agricoltura del Senato, l’affare assegnato sui nitrati che impegnerà, grazie a una risoluzione, il Governo in 8 punti.

«Quello licenziato oggi – commentano i senatori M5S della commissione ambiente al Senato – è un documento che impegna in modo importante il Governo, frutto di un lavoro molto impegnativo che è partito ad ottobre 2018 su richiesta proprio del MoVimento 5 Stelle e che termina oggi con l’approvazione della risoluzione, dopo aver effettuato numerose audizioni in commissione. Un documento che pone un altro tassello verso la tutela dei nostri campi, della salute e dell’ambiente e che impegna il Governo e le Regioni ad effettuare un monitoraggio serio ed efficiente delle acque e dei nostri terreni».

«Con 8 azioni concrete impegniamo il Governo ad attuare una serie di pratiche per tutelare i nostri suoli e dare un contributo significativo contro l’inquinamento da nitrati.
Nella fattispecie, impegniamo il Governo “a definire un tavolo di lavoro, coordinato dal MATTM con il supporto di ISPRA e in collaborazione con il MIPAAFT con il fine di definire Linee guida di riferimento nazionale per specifici aspetti al fine di favorire un’armonizzazione della tutela delle acque dall’inquinamento da nitrati sull’intero territorio nazionale”».

«Introduciamo – con questa mozione un nuovo paradigma in ambito agronomico e ambientale. Chiediamo infatti di tener presente, con studi scientifici ed efficaci strumenti, di conoscere e tutelare i nostri campi conoscendo a monte i valori delle acque anche attraverso l’attuazione di “efficaci strumenti per garantire la proporzionalità e l’adeguatezza delle misure di contenimento dell’apporto di nitrati applicate al settore agricolo»

«Un processo dettagliato che deve coinvolgere anche le regioni – dichiarano i portavoce M5S – affinché effettuino una precisa e puntuale analisi territoriale delle pressioni che insistono sul territorio al fine di indirizzare al meglio le azioni in termini di monitoraggio delle acque»

«Inoltre, bisogna prevedere la possibilità, coerentemente con le riforme della PAC, di adottare una normativa nazionale di politica agricola che punti a stabilire criteri generali di gestione e codici di buone pratiche per una migliore gestione agronomica dei terreni finalizzati alla salvaguardia dell’ambiente, della sanità pubblica, e del benessere degli animali»

«La mozione punta “a proseguire con le iniziative di competenza per favorire la riduzione dell’immissione di nitrati nell’ambiente anche attraverso l’attuazione delle direttive 2000/60/CE e 91/271/CEE e l’ammodernamento dei sistemi di collettamento e depurazione, civili industriali” ma soprattutto a comunicare alle competenti Commissioni parlamentari, le misure adottate dalle regioni e dalle province autonome allo scopo di tutelare e risanare le acque dall’inquinamento da nitrati”».

«La vera sfida è quella di salvaguardare le aziende agricole e zootecniche coniugando allo stesso tempo la tutela ambientale, e questa risoluzione è un primo importante passo in questa direzione» commenta la Presidente della commissione ambiente del Senato Vilma Moronese.

qui il testo della Risoluzione approvata all’unanimità

Atto n. 93 – XVIII Legislatura

Procura e Istituto Zooprofilattico assieme nella lotta agli sversamenti illegali nelle acque

Allegati

2 Comments

Rispondi