Una semplice ricerca su Google da più risposte di un Ministro del Governo Renzi

Oggi abbiamo ricevuto la risposta del Ministro alla nostra interrogazione sui centri di compostaggio in Campania questa è la risposta che ci è stata fornita.

Queste le nostre precise richieste :

si chiede di sapere:

se i Ministri in indirizzo, ciascuno secondo la propria area di competenza, siano a conoscenza della grave criticità descritta che, a fronte dell’apparente tranquillità sul piano della gestione dei rifiuti in Campania, rappresenta un forte elemento di debolezza capace di far riesplodere da un momento all’altro la crisi;

se intendano, nei limiti delle proprie attribuzioni, attivare una collaborazione con gli enti locali preposti volta a definire un quadro chiaro ed esaustivo delle infrastrutture attualmente presenti in Campania per il trattamento dei rifiuti organici, ma anche di altre categorie merceologiche al fine di chiarire quale sia l’attuale rapporto tra infrastrutture esistenti e fabbisogno impiantistico “sostenibile” per coprire ildeficit;

quale sia l’attuale stato di funzionamento di tutti gli impianti di trattamento della frazione umida dei rifiuti urbani indicati ed inseriti nelle linee di Piano 2010-2013 per la gestione dei rifiuti urbani della Regione Campania, incluse le loro capacità lavorative in termini di tonnellate al giorno;

se risulti a quanto ammonti il costo di realizzazione e di funzionamento dalla progettazione alla messa in opera ed i costi relativi di mantenimento per ogni impianto di trattamento della frazione umida in Campania, operante e non, considerando anche gli impianti non ancora partiti e le relative date di previsione di messa in funzione degli stessi;

se intendano adoperarsi, nei limiti delle proprie prerogative, per accelerare la messa in funzione di impianti non ancora partiti, ma previsti e se intendano favorirne la costruzione di nuovi;

quale risulti essere, in via definitiva, il totale degli impianti attivi e se questi siano giudicati sufficienti per la gestione rifiuti in Campania, secondo quanto previsto dalla normativa nazionale e comunitaria;

se intendano, nell’ambito delle proprie competenze, attivarsi affinché le strategie del Governo Renzi e degli enti locali preposti risultino aderenti al cosiddetto Principio dell’azione ambientale, secondo il quale la tutela ambientale e degli ecosistemi naturali e del patrimonio culturale deve essere garantita da tutti gli enti pubblici e privati e dalle persone fisiche e giuridiche pubbliche o private, mediante un’adeguata azione che sia informata ai principi della precauzione, dell’azione preventiva, della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all’ambiente, nonché al principio “chi inquina paga” che, ai sensi dell’articolo 174, comma 2, del Trattato istitutivo dell’Unione europea, regola la politica della Comunità in materia ambientale.

questa la mia replica che vi invito ad ascoltare considerando anche che l’assessore all’ambiente Romano ha recentemente dichiarato che c’è un impianto realizzato a cui i Comuni non conferiscono e che la Regione si è espressa contro l’impianto di compostaggio a Scampia ma il Governo queste cose evidentemente il Governo non le sa.

Leggi anche :

http://www.vilmamoronese.it/m5s-centri-di-compostaggio-in-campania-che-fine-hanno-fatto/1225

http://www.vilmamoronese.it/oggi-il-ministro-dellambiente-mi-ha-fatto-una-promessa/1429

Rispondi