Ad oggi ho restituito oltre 372 mila euro dei miei stipendi

Ciao a tutti, vi volevo comunicare che con la restituzione che ho effettuato ieri tramite bonifico ho raggiunto la cifra di 372.777,96 €, credo che per un politico restituire i soldi è il segno evidente che ciò che si fa è ciò in cui si crede davvero, almeno per me è così. A questa somma vanno sempre aggiunti gli ulteriori 165.000,00 € che rappresentano le indennità a cui ho rinunciato da quando sono stata eletta Presidente della Commissione Ambiente del Senato. Non so se esistano in Italia, in Europa o nel mondo altri politici che rinunciano a tutti questi soldi, ma so che noi del MoVimento 5 Stelle lo facciamo perché crediamo che la politica sia un impegno al servizio dei cittadini, e che percepire una retribuzione più bassa ci permette di restare sempre con i piedi per terra, e poter comprendere i bisogni reali delle persone.

La regola che prevede le restituzioni di parte dello stipendio e delle diarie, la rinuncia ai benefit, unitamente a quella del limite ai 2 mandati, rende il MoVimento 5 Stelle privo di politici di professione, e da un indirizzo politico ben preciso a tutto il MoVimento e ai cittadini, un messaggio inequivocabile. Io sono felice ed orgogliosa di continuare ad onorare sin dal primo giorno del mio mandato, tutte le regole che ci siamo dati, ci ho sempre creduto e continuo a farlo.

Questi soldi che restituiamo come sapete sono serviti all’inizio ad alimentare il fondo per il famoso Microcredito 5 Stelle, che oggi vive e cammina da solo per effetto di un meccanismo che lo auto-alimenta. Poi successivamente, avanti nel tempo, questi soldi sono andati a progetti specifici, come quelli per le scuole e per l’ambiente sino al versamento di un assegno da 3 milioni che abbiamo inviato alla Protezione Civile per combattere il Covid-19 nella prima fase emergenziale. Sono certa che nel prossimo futuro continueremo ad usarli per nuovi e grandi progetti o per aiutare chi è in difficoltà.

Oggi stiamo vivendo a causa di questo virus tanti problemi, ci sembrano mancare le certezze e c’è tanta confusione, a volte volutamente alimentata, e allora immagino che tanti siano anche disorientati, ed è a loro che dobbiamo rivolgerci ed anche andare in aiuto. Nonostante tutto, penso che possiamo certamente vincere questa nuova battaglia tutti assieme dimostrando di essere uniti. E se ognuno di noi farà la sua parte, osservando banalmente quelle piccole regole come indossare la mascherina, lavarsi le mani, e mantenere il distanziamento, e perché no essendo di esempio anche per gli altri, magari partendo dalla famiglia, verrà tutto un po’ più semplice, e supereremo anche questo periodo.

Per i lavoratori, per le imprese stiamo facendo tutto il possibile e verrà fatto anche di più, nessuno sarà lasciato indietro, qualsiasi cosa accadrà sappiate che noi e tutto il governo saremo sempre dalla vostra parte.

Coraggio non molliamo, è questo il momento in cui dobbiamo dare tutti il meglio di noi.

Rispondi