M5S la nostra proposta di legge sulla “Terra dei Fuochi”

La nostra proposta di legge si pone come fine la riorganizzazione delle attività di vigilanza e d’indagine per rendere più incisiva l’azione dello Stato nei confronti dei reati commessi a danno dell’ambiente e della salute, in violazione al codice dell’ambiente e al codice penale, al fine di garantire l’effettiva tutela dell’ambiente e degli ecosistemi naturali in modo uniforme ed efficace su tutto il territorio nazionale secondo il principio di priorità che detti interessi hanno,come sancito dalle normative europee e da quelle nazionali di recepimento.

Abbiamo quindi lavorato ascoltando e recependo le istanze di tutti coloro che intervengono nel processo di tutela dell’ambiente e della salute, e di seguito riportiamo, in breve, alcune delle esigenze che ci hanno guidato nella scrittura della nostra proposta di legge :

1) garantire e potenziare la specializzazione tecnica e giuridica di chi opera a tutela dell’ambiente
2) inasprire le pene e introdurre fattispecie delittuose ambientali
3) coordinare le fasi d’ indagine e di accertamento tecnico, le attività giudiziarie e gli interventi attuativi sia risarcitori che a tutela delle persone e dei luoghi
4) costituire una banca dati nazionale completa includente ogni informazione rilevante in materia ambiente-salute sia di carattere giudiziario che relativa ad analisi e rilevamenti effettuati
5) consentire l’esercizio dell’azione per il risarcimento del danno ambientale di tipo diffuso a tutti i cittadini riuniti in associazioni anche di carattere locale
6) incidere sulla prescrizione dei reati ambientali, allungandone i tempi e rendendo pertanto più efficace l’azione punitiva e quella dirimente, anche attraverso misure quali l’arresto in flagranza differita
7) introdurre disposizioni in grado di garantire la realizzazione dei risarcimenti e degli interventi di bonifica mediante il sequestro cautelativo per equivalente patrimoniale

Già da alcuni giorni il DDL è on-line sul Sistema Operativo M5S in modo che tutti possano, previa iscrizione al portale, dare il proprio contributo con inserimento di suggerimenti, modifiche, emendamenti ecc ecc…

Rispondi