AGENZIE AMBIENTE, M5S: CONDIZIONE RAGIONERIA È TENTATIVO IMPANTANARE PDL

(Public Policy) – Roma, 4 mag – “Quello che ci sembra assurdo è il fatto che un anno fa la Ragioneria di Stato valutando lo stesso identico testo alla Camera non aveva provveduto a fare questa richiesta. Come mai la Ragioneria fa una valutazione diversa e perché mai ha impiegato un anno per farla? Ci sembra davvero un altro tentativo di impantanare il provvedimento. Inoltre le risorse già previste nella pdl erano risicate, se non vi devono essere ulteriori oneri, come faranno ad esercitare le loro funzioni queste agenzie? significa che diventa un provvedimento di facciata ma che all’atto pratico non vi è la possibilità di lavorare concretamente”. Lo affermano in una nota i senatori del M5s in commissione Ambiente Paola Nugnes, Vilma Moronese e Carlo Martelli, riferendosi all’approvazione della proposta di legge sulle agenzia ambientali con il relativo recepimento della commissione Bilancio (vedi Public Policy “+++AGENZIE AMBIENTE…”, delle 10,31). “Quando alla pubblica amministrazione si chiede di svolgere più compiti, senza aumentare le dotazioni organiche – aggiungono i senatori – si ha un inevitabile allungamento dei tempi dei procedimenti e frequenti casi di non espressione del parere in conferenza dei servizi con effetto analogo ad un silenzio assenso”. (Public Policy) @PPolicy_News RED 041926 Mag 2016

Rispondi