Aggiornamento esposto M5S impianti di compostaggio Regione Campania

In data 7 giugno u.s. ho depositato insieme a Roberto Fico e a firma di tutti i portavoce campani, parlamentari nazionali ed europei e dei consiglieri regionali un esposto alla Corte dei Conti di Napoli relativamente alla realizzazione degli 11 centri di compostaggio previsti nel Piano regionale dei rifiuti in Campania 2010-2013.

RIFIUTI CAMPANIA, M5S PRESENTA ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI

Ovviamente il nostro esposto non riguarda nel merito la scelta del tipo o del numero degli impianti previsti nel piano ma bensì il possibile danno erariale che ne è derivato sulla loro mancata realizzazione.

Siamo giunti alla decisione di presentare un esposto in seguito ad un’intensa attività parlamentare iniziata nel 2014 su questo tema, che ha evidenziato la volontà di Ministero e Regione a non fornire i dati relativi ai costi sostenuti ad oggi per questi impianti. Perché non sono stati ultimati ed avviati tutti? Perché nell’aggiornamento del piano stesso approvato a dicembre 2016 in Regione Campania ne sono stati previsti altri in aggiunta a quelli del 2010.

Riteniamo infatti che se fossero stati ultimati e avviati a regime gli 11 impianti molto probabilmente non sarebbe stato necessario investire ulteriori fondi pubblici per altri impianti. Ma un’altra domanda che sorge spontanea è anche questa: che fine fanno quegli impianti la cui realizzazione è stata avviata e quindi si sono spesi molti soldi visto che non tutti rientrano ora nel nuovo piano?

Voglio ricordare che da luglio 2015 a tutt’oggi abbiamo pagato una multa forfettaria di € 20 milioni e ancora stiamo pagando € 120.000,00 al giorno e che il protarsi di questo pagamento è dovuto al fatto che la Campania non riesce a gestire i propri rifiuti perché non è dotata di una impiantistica che glielo consenta. Questa impiantistica è proprio quella oggetto del nostro esposto.

Oggi 16 Giugno, ho evidenziato tutto questo e nel minimo dettaglio al Procuratore della Corte dei Conti, che con estrema disponibilità mi ha ricevuto stamattina alle h10:00.

Ho avuto modo di spiegare dettagliatamente, durante l’incontro, tutti i passaggi di questi 4 anni di lavoro e che ormai abbiamo esaurito tutte le azioni e presentazione di atti, che il ruolo di portavoce ci consente. Rivolgiamo quindi adesso alla Procura la richiesta di far chiarezza e trovare eventuali responsabilità.

Sperando di poter avere quanto prima notizie a riguardo, ho data massima disponibilità mia e di tutto il M5S campano al Procuratore.

Condivisioni 0

Rispondi