Aumentiamo condivisione e partecipazione, io riconfermo la mia fiducia in Luigi Di Maio

Dopo le elezioni europee si è aperta una fase di riflessione all’interno del MoVimento 5 Stelle. Ed è giusto che sia così. Come già detto nei mesi passati abbiamo bisogno di riorganizzarci, di migliorare alcuni processi interni, di creare maggiore condivisione e partecipazione. In questo ultimo anno siamo stati investiti da uno tsunami che ci ha fatto fare un pieno di consensi con le politiche del 2018 per poi essere risucchiati in parte con le europee del 2019. Eppure in questo lasso di tempo, in un anno di governo di cose ne abbiamo fatte e anche tante: Reddito di Cittadinanza, Quota 100, blocco delle concessioni delle trivellazioni, blocco incentivi agli inceneritori, inasprimento pene per il voto di scambio politico-mafioso, solo per citarne alcune. E allora perchè questo calo? Io credo che semplicemente abbiamo comunicato male il nostro enorme lavoro, non siamo più riusciti ad arrivare ai cittadini con la spontaneità e la passione come facevamo una volta. E allora mi rivolgo a tutto il mondo del M5S, rimbocchiamoci le maniche e poniamo rimedio laddove serve, lo abbiamo fatto in passato e lo faremo anche ora. Ma di una cosa sono certa ed è che se il Movimento 5 Stelle è oggi al governo, se ha potuto realizzare molti punti del nostro programma è si grazie al lavoro di tutti ma soprattutto grazie a Luigi Di Maio che si è assunto l’onere più gravoso di tutti, quello di capo politico del MoVimento. Per quanto mi riguarda credo che nessuno poteva rivestire questo ruolo meglio di lui e lo penso ancora e se dobbiamo votare per questo, riconfermerò la mia fiducia in lui.
Spero che la riunione di stasera possa servire a far emergere le cose che occorre cambiare e su cui tutti dobbiamo impegnarci.

Rispondi