Bonifica cava Monti, Moronese(M5S) interroga il Governo su inadempimenti

Caserta 6 Maggio 2017, la senatrice Moronese portavoce del Movimento 5 Stelle al Senato ha inviato una nuova interrogazione al Ministro dell’Ambiente, sulla questione bonifica di cava Monti, che sembra essere in una situazione di stallo.

Sotto cava Monti, nel comune di Maddaloni, sono seppellite 300.000 tonnellate di rifiuti tossici e pericolosi, il 31 Marzo 2016 fu approvata una risoluzione al Senato della Repubblica che impegnava con 7 punti il Governo ad intervenire. Ad oggi di quelle azioni sembra ne sia stata messa in atto una soltanto, ovvero la recinzione dell’area effettuata dal Comune di Maddaloni nel Febbraio scorso.

Per scongiurare l’ennesimo fermo amministrativo tra Comune, Regione e Governo che può compromettere la messa in sicurezza e la bonifica del sito, il 4 Maggio il MoVimento 5 Stelle ha inoltrato un’interrogazione al Ministro Galletti.

Nell’interrogazione si chiede conto di conoscere quali azioni abbia intrapreso il Governo sino ad oggi, e quali siano i tempi che necessitano per adempiere a tutti gli interventi. La Moronese chiede conto anche della relazione periodica alla Camere prevista nella risoluzione approvata nel Marzo 2016 e mai effettuata e dell’azione di supervisione che lo stesso Ministero avrebbe Caserta 6 Maggio 2017, la senatrice Moronese portavoce del Movimento 5 Stelle al Senato ha inviato una nuova interrogazione al Ministro dell’Ambiente, sulla questione bonifica di cava Monti, che sembra essere in una situazione di stallo.
Sotto cava Monti, nel comune di Maddaloni, sono seppellite 300.000 tonnellate di rifiuti tossici e pericolosi, il 31 Marzo 2016 fu approvata una risoluzione al Senato della Repubblica che impegnava con 7 punti il Governo ad intervenire. Ad oggi di quelle azioni sembra ne sia stata messa in atto una soltanto, ovvero la recinzione dell’area effettuata dal Comune di Maddaloni nel Febbraio scorso.
Per scongiurare l’ennesimo fermo amministrativo tra Comune, Regione e Governo che può compromettere la messa in sicurezza e la bonifica del sito, il 4 Maggio il MoVimento 5 Stelle ha inoltrato un’interrogazione al Ministro Galletti.
Nell’interrogazione si chiede conto di conoscere quali azioni abbia intrapreso il Governo sino ad oggi, e quali siano i tempi che necessitano per adempiere a tutti gli interventi. La Moronese chiede conto anche della relazione periodica alla Camere prevista nella risoluzione approvata nel Marzo 2016 e mai effettuata e dell’azione di supervisione che lo stesso Ministero avrebbe dovuto attuare, infatti a quanto risulta da fonti giornalistiche sembra che tra Comune e Regione, due attori fondamentali per la bonifica, ci sia uno stallo.
<< Abbiamo lavorato duramente per far arrivare la questione ambientale di cava Monti in parlamento e per ottenere un risultato quanto più grande possibile per il territorio, tutte le forze politiche approvarono gli impegni per il Governo, è ora dopo un anno è giunto il momento di fare un’analisi di cosa è stato fatto e cosa no >> dichiara la senatrice Vilma Moronese, capogruppo in commissione ambiente al Senato della Repubblica per il M5S che poi aggiunge << Dopo la notizia della recinzione del sito, che era solo uno degli impegni, non abbiamo avuto più notizie di cosa si stia facendo, e da fonti giornalistiche ci è parso di capire invece che siamo in una situazione di fermo e di incertezza>> conclude la Moronese << Dunque è giunto il momento che il Governo si dia da fare e ci rendiconti di tutte le azioni che avrebbe dovuto attuare e che sono messe nero su bianco nella risoluzione, cava Monti è li e continua ad inquinare il territorio da 30 anni ogni giorno, quando il M5S prende un impegno lo porta fino in fondo, e il Governo invece che fa?>>

Qui è disponibile il testo dell’interrogazione http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=1021992

Qui il testo della risoluzione che impegna il Governo http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/969982.pdf

One Comment

  1. Pingback: Cava Monti contaminazione avanza di 21 metri all'anno, occorre messa in sicurezza subito - VilmaMoronese.it

Rispondi