Giornata ecologica a Mondragone e sopralluogo all’approdo dei pescatori

Ieri ho partecipato ad una giornata di pulizia sulla spiaggia di Mondragone (Caserta), abbiamo aderito all’iniziativa di Clean Sea LIFE per recuperare quanti più dischetti possibili. Questi famosi dischetti, stando alle indagini della Guardia Costiera di Salerno, si sarebbero riversati in mare a Marzo a seguito di un malfunzionamento di un impianto di depurazione, dalle parti di Paestum. Sempre la Guardia Costiera ha stimato che la quantità di dischetti dispersi in mare sarebbero milioni e milioni

Come potete vedere abbiamo trovato e pulito la spiaggia da ogni tipo di rifiuto, pneumatici, bottiglie, cassette, bombolette, fusti di plastica, bombolette spray, ma anche pannolini, scarpe, insomma di tutto.

Certo non basterà la sola giornata di oggi a ripulire la spiaggia, ma un po’ alla volta con il buon esempio saremo sempre di più a rispettare il nostro ambiente e finalmente un giorno godremo di quello che abbiamo, senza dover scansare continuamente i rifiuti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

È stata inoltre l’occasione per fare un sopralluogo all’approdo dei pescatori, opera ormai abbandonata a se stessa, piena di rifiuti, dove le responsabilità non sono soltanto del Comune ma anche della Soprintendenza e infatti proprio sulle scelte della stessa abbiamo prodotto un’interrogazione

Ecco alcune foto dello stato della struttura l’8 Aprile 2018

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mondragone, strutture in cemento sulla spiaggia, interrogazione M5S ai ministri su approdo dei pescatori[FOTO]

Approdo dei pescatori di Mondragone, ecco la risposta all’interrogazione del M5S

Mondragone, questione approdo dei pescatori, la Soprintendenza cambia le carte in tavola, arriva l’interrogazione del M5S

Condivisioni 1

Rispondi