Gli Inceneritori provocano il cancro! Sospesa dall’aula 2/7

Oggi secondo giorno di sospensione dell’aula, per aver difeso i cittadini dagli Inceneritori, che provocano il cancro!

Nella mia dichiarazione di voto contro lo #sfasciaitalia ho provato a dire le cose come realmente stanno, ma come sapete, l’aula è sorda, perchè le decisioni i partiti non le prendono in quella sede, ascoltando gli altri, ma votano secondo le indicazioni date loro da altri. Le votazioni dunque non sono il risultato di un reale confronto con il fine di fare il bene e gli interessi dei cittadini, ma rappresentano per i partiti una ghiotta occasione di business per lobby e portatori di interessi, che molto spesso non corrispondono nemmeno ad aziende e lobby italiane, ma essendo favori a multinazionali, capirete bene che a causa loro siamo prede da mangiare in un sol boccone, per altri paesi.

Questo fine settimana sono stata con i miei colleghi in provincia di Novara dove volevano costruire un inceneritore per rifiuti ospedalieri, li ho avuto l’occasione per spiegare come stanno le cose realmente, cosa ha fatto il Governo Renzi con lo sfasciaitalia e cosa ci chiede l’Europa, ecco il video.

Non poteva non venire da questo Governo a guida PD una scelta più inceneritorista di quella che è stata fatta nello sfasciaitalia.

E’ famoso il video di Renzi contro l’oncologa Patrizia Gentilini aggredita da lui in TV

economia_circolare

L’Europa ha abbandonato l’incenerimento dei rifiuti e punta ad un economia circolare, dove gli oggetti, i prodotti, vengono progettati per essere interamente riutilizzati, recuperati e riciclati, ecco le ultime proposte di direttive europee, che quindi metteranno probabilmente l’Italia in posizione di infrazione future proprio per colpa dello #sfasciaitalia che impone nuovi inceneritori in tutta Italia.

Insomma mentre l’Europa si attrezza per un futuro a Zero Rifiuti, l’Italia è condannata ad un futuro fossile, con scelte da parte del Governo Renzi che andavano bene negli anni 60!

 

Sospesa-dall'aula-per-aver-difeso-l'ambiente-e-i-cittadini-2_7

Rispondi