La Domenica di Carta di Caserta e la ferita dei due Archivi

Ieri ho partecipato alla Domenica di Carta, l’evento organizzato dal Ministero dei Beni Culturali. L’iniziativa è lodevole e produce sicuramente un arricchimento culturale e indirizza in modo corretto i cittadini verso una conoscenza più approfondita della nostra storia. Nella Reggia di Caserta però ora esistono due Archivi, che per legge devono essere un’unica cosa, una sola gestione mentre nella realtà non lo sono ancora, uno è l’Archivio di Stato e l’altro è l’Archivio Storico della Reggia. Ci sono tanti problemi che sono di carattere materiale e organizzativo, che possono essere risolti secondo me, con un po di buon senso, anche se perdurano da anni ed anni. La nostra interrogazione mira alla loro risoluzione, ed è un richiamo al Ministro Franceschini, affinché se ne interessi e riesca a dare l’attenzione necessaria alla questione, perché oltre alle differenti vedute politiche che si possono avere, è davvero un peccato che ancora nel 2017, a Caserta sia negato un Archivio di Stato che possa svolgere il suo ruolo nel pieno delle sue funzioni.

Se si vuole puntare ad un turismo di tipo culturale che possa risollevare anche l’economia, questo non si può basare solo sui numeri, ma anche e soprattutto sulla qualità dell’offerta culturale che offre un territorio, perché i numeri possono essere una questione temporanea, mentre se un territorio intero diventa esso stesso generatore culturale allora sì che ci avvieremo verso la giusta strada.

Quindi è necessario è imprescindibile ragionare su due livelli, uno è quello della cultura e della sua diffusione in tutte le sue forme, e l’altro è quello del turismo indotto che può essere una conseguenza del primo. Le vicende dell’Archivio di Stato e dell’Arcivio Storico sono elementi complementari della propulsione culturale di cui abbiamo bisogno.

Siccome noi come MoVimento 5 Stelle crediamo che il patrimonio culturale deve essere reso fruibile a tutti i cittadini ed è indispensabile per la loro formazione come persone, continueremo ed andremo avanti sino a che questi problemi non saranno risolti, e se le interrogazioni, le visite, le riunioni, la partecipazione alla costituzione di comitati cittadini che si battono in favore dell’Archivio di Stato, non troveranno risposte adeguate, compulseremo tutte le istituzioni e gli attori in campo con altri mezzi, e quindi ovviamente non ci fermeremo mai.

Domenica di Carta Caserta 2017

Condivisioni 1

Rispondi