M5S : Immagini di bambini utilizzate a scopo di lucro dal centro Igea dei Cesaro

Roma 26 Novembre,

è stata depositata presso il Senato della Repubblica un’interrogazione parlamentare dal Movimento Cinque Stelle, in tema di diritti dell’infanzia e sullo sfruttamento dell’immagine dei minori a fini di lucro.

L’interrogazione che coinvolge il centro diagnostico di Sant’Antimo (Napoli) di proprietà della famiglia Cesaro, è indirizzata ai Ministri del lavoro e delle politiche sociali e al Ministro sulle pari opportunità, di cui il Presidente del Consiglio Matteo Renzi detiene la delega.

Il centro Igea Sant’Antimo utilizza da alcuni anni per promuovere i propri servizi l’immagine di bambini distesi sui lettini delle macchine per la risonanza magnetica.

<< Queste immagini hanno provocato un forte malessere in molti cittadini che ci hanno chiesto di intervenire >> dichiara la portavoce al Senato per il M5S, Vilma Moronese prima firmataria dell’interrogazione, che aggiunge << oltre al deposito dell’interrogazione qui al Senato per ottenere risposta dai Ministri competenti, ho contattato ed informato personalmente il Garante dell’infanzia della Regione Campania, il quale mi ha risposto che non rientra nelle sue competenze ma in quelle delle comunicazioni, ed è per questo che ho contattato anche il Presidente del Corecom della Regione Campania, il quale ha provveduto ad interessare a sua volta l’Agcom >>

<< non ci fermiamo andiamo avanti, provvederemo attraverso i membri del M5S della commissione bicamerale parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza a chiedere di intervenire, affinché i minori vengano realmente tutelati soprattutto qui in Terra dei Fuochi tra Napoli e Caserta dove i bambini realmente soffrono di più, dove le malattie tumorali nei bambini da 0 a 14 anni, sono esplose in misura gravissima – conclude la senatrice come dimostra il recente aggiornamento dello studio S.E.N.T.I.E.R.I. (Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a Rischio da Inquinamento) >>

Scarica qui il testo dell’interrogazione

oppure leggila on line

Allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.