Via subito le Big Bag piene di rifiuti, sono lì da troppi mesi.

Alcuni di voi avranno notato, quegli enormi sacconi detti Big Bag depositati al di fuori della Reggia di Carditello, che per numero e per dimensioni avranno anche provocato spavento a chi li ha visti.
Andando a fondo per capire a quale intervento fossero riconducibili e per quale motivo erano depositati lì e da quanto tempo, ho avviato una piccola ricognizione per individuare se fosse una situazione comune anche in altri territori o se fosse una circostanza del tutto anomala. Voglio premettere che, nel caso in cui dovessimo notare enormi sacchi come questi, è sempre buona norma non avvicinarsi! L’eventuale presenza di amianto potrebbe costituire un pericolo per le fibre volatili che possono sprigionarsi. Pertanto è bene che le operazioni di rimozione siano fatte da personale qualificato, infatti ogni rimozione di rifiuto, ogni stoccaggio ed ogni operazione, soprattutto in presenza di amianto, devono, essere autorizzate e rispettare precise procedure, sotto la supervisione delle autorità competenti (Asl,Arpac,VVFF ecc).

(Linee guida per la rimozione dei rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato)

L’attenzione che personalmente pongo a quello che accade sul nostro territorio è sempre massima, le questioni ambientali che abbiamo vissuto e che viviamo ci hanno scottati a tal punto che non possiamo tralasciare nulla. Per questi motivi in questi giorni ho lavorato per comprendere se vi erano altri stoccaggi temporanei in altri luoghi, oltre a quello della Reggia di Carditello e ho individuato anche nel Comune di San Prisco una situazione simile: Big Bag abbandonati da molti mesi che contengono, anche in questo caso, amianto.

Dopo essermi recata sul posto e aver fatto rilievi fotografici e video, adottando le dovute precauzioni, mi sono rivolta ai Carabinieri Forestali di Caserta, che, sebbene in sofferenza di organico, non si risparmiano mai, lavorando giorno e notte, portando avanti operazioni importantissime sotto il profilo ambientale, che molto spesso non hanno il risalto e l’attenzione che meritano a dimostrazione che lo Stato c’è e solo nel segno della collaborazione possiamo avere successo. Grazie al loro interessamento e ad una serie di interlocuzioni che ho avuto personalmente con il Sindaco di San Prisco, gli uffici tecnici comunali e la società Autostrade (che per i big bag presenti nel comune di San Prisco si è resa disponibile alla rimoszione e smaltimento) ho avuto conferma che quest’ultima provvederà alla rimozione entro la settimana prossima o nei primi giorni di Marzo.
E’ importante programmare questo tipo di intervento in tempi brevi per evitare che possano essere dati alle fiamme o che si deteriorino, ma è altrettanto importante monitorare che questi rifiuti, una volta raccolti, vengano trattati secondo principi di precauzione e con buone pratiche industriali che garantiscano la corretta tutela ambientale.

San Prisco

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per le Big Bag nel Comune di San Tammaro, non ho ancora informazioni certe e quindi una data precisa, anche se da notizie di stampa recenti sembra che verranno rimosse nelle prossime settimane.

San Tammaro

Questo slideshow richiede JavaScript.

Verificherò personalmente la loro rimozione e ringrazio sin d’ora chi con me si impegnato e si adopererà in futuro per farlo. Dopo tanti mesi di abbandono è importante adesso rimuoverli velocemente, monitorare affinchè si abbia la certezza del loro corretto smaltimento ed è altrettanto importante che i cittadini siano costantemente informati e aggiornati. In futuro, sarà fondamentale controllare che simili abbandoni non si verifichino più.

AGGIORNAMENTO 03/3/2020

Le Big Bag sono state rimosse

Allegati

Rispondi