Il Salvamare sarà legge dello Stato

Sono intervenuta oggi in aula per accompagnare il quarto ed ultimo passaggio parlamentare del disegno di legge N.1751-B « legge SalvaMare » che con molto lavoro e fatica, siamo riusciti a portare finalmente a destinazione.

Grazie Presidente, per avermi consentito di intervenire in dichiarazione di voto e quindi annuncio immediatamente e convintamente il mio voto favorevole a questo provvedimento.

Intervengo per pochi minuti, perchè credo che nell’immaginario collettivo il disegno di legge cosiddetto salvamare fosse già stato approvato ma ahimè non è così. Questo provvedimento ha avuto un percorso particolarmente lungo e non perchè non condiviso, anzi credo che oggi probabilmente verrà votato all’unanimità o almeno me lo auguro. Ha avuto un percorso lungo soprattutto perchè il parlamento è stato particolarmente impegnato in questi ultimi 2 anni a lavorare sui provvedimenti che avevano come oggetto il contrasto alla pandemia da covid 19 e quelli relativi ai vari aiuti alle imprese e ai cittadini per le ricadute economiche sempre dovute alla pandemia.

Ma finalmente oggi in Senato stiamo procedendo con il voto definitivo e questo è ciò che conta.

L’importanza della legge salvamare è stata più volte ribadita in queste aule e fuori, è una norma non solo di carattere ambientale, ma anche, e soprattutto, una legge di civiltà e ora più che mai ne abbiamo bisogno per dare un segnale forte, deciso e soprattutto concreto nella direzione della tutela ambientale e della salute di tutti noi.

Voglio qui in questa fase finale, nuovamente ringraziare l’ex Ministro dell’ambiente Sergio Costa che ci ha sottoposto il disegno di legge e che ci ha fortemente creduto, voglio ringraziare la sottosegretaria Fontana e il Governo per aver seguito costantemente i lavori in commissione e per averlo sostenuto, la relatrice La Mura che ha saputo ben coordinare le proposte di tutti i gruppi parlamentari e soprattutto voglio ringraziare tutti i colleghi della commissione ambiente che ho l’onore di presiedere, per il lavoro svolto, un percorso lungo come detto all’inizio, ma che su questo provvedimento ci ha visti tutti sempre convintamente favorevoli e collaborativi.

Un grazie ancora alle associazioni ambientaliste e non solo per il grande supporto dato sia all’interno della commissione ma anche a livello comunicativo all’esterno del parlamento.

Grazie Presidente e auguro buon voto a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.