Elezioni: Moronese(M5S) “Libereremo i cittadini dal ricatto del lavoro” – intervista

Mi piacerebbe partire “all’attacco”. Dalla sfida dell’uninominale al Senato: perché un elettore casertano dovrebbe affidare il seggio del Senato a lei e non all’eurodeputato Pd Caputo o alla deputata Fdi Giovanna Petrenga?

Se i cittadini vogliono il vero cambiamento allora è il MoVimento 5 Stelle che devono votare, altrimenti nulla cambierà. Il mio lavoro come portavoce del territorio nelle istituzioni è stato sempre incentrato sui problemi della nostra provincia, ho dato voce e sono stata al fianco dei nostri studenti quando i Carabinieri sequestravano le loro scuole per motivi di sicurezza perché la politica di quelli che sono li da 30 anni, non gli hanno nemmeno saputo garantire il diritto allo studio. Ho portato avanti una battaglia senza uguali sullo scandalo dell’Archivio di Stato, Caserta è l’unica in Italia a non avere un posto che conservi degnamente la sua storia, pensate che oltre a pagare per 25 anni fitti passivi il governo del PD rispose ad una mia interrogazione dicendo che volevano metterlo nell’aula bunker di Santa Maria Capua Vetere, che è stato smantellato ed ha solo 4 mura piene di rifiuti. Loro hanno abbandonato il territorio, sono interessati solo alla poltrona.

Per far crescere assieme a noi i cittadini ho pubblicato sul mio sito web (vilmamoronese.it) ogni atto e documento, tutti possono informarsi e scaricare le informazioni. Se volessi riassumere il lavoro di 5 anni le dico che ho depositato a mia prima Firma:
n. 6 Disegni di legge
n. 7 Mozioni
n. 2 Interpellanze
n. 118 Interrogazioni
n. 786 Emendamenti commissione/aula
n. 173 Ordini del giorno totali commissione/ aula
n. 3 Risoluzioni in commissione (2 approvate all’unanimità)
E secondo le classifiche di Openparlamento sono tra i parlamentari più presenti e più produttivi.

Su quali argomenti crede dovrebbe concentrarsi questa campagna elettorale? Quali dovrebbero essere gli obiettivi concreti da raggiungere per un parlamentare casertano? 

Io mi batto per l’ambiente e la cultura, questi sono i temi importanti della nostra terra, che portati avanti creano anche una vera e sana occupazione, quindi tanto tanto lavoro. Il Governo del MoVimento 5 Stelle realizzerà finalmente le bonifiche, inserendo nella normativa vigente date certe e l’individuazione del responsabile della procedura amministrativa, e attuerà un vero contrasto al fenomeno degli sversamenti illegali e dei roghi dei rifiuti e solo così potremo ripartire, abbandonando finalmente l’etichetta di Terra dei Fuochi che la politica per i suoi sporchi affari ci ha cucito addosso. Abbiamo decine di siti archeologici unici al mondo da far conoscere e altri da inserire in percorsi museali e turistici, come il Museo Campano di Capua che custodisce la collezione della Matres Matute. Vogliamo puntare l’attenzione su tutti i siti presenti sul nostro territorio, anche quelli piccoli e totalmente abbandonati, e non solo verso i grandi attrattori. Sappiamo cosa fare, abbiamo solo bisogno di diventare forza di Governo e spero che i cittadini ci diano questa possibilità.

Siamo vincolati dalla sintesi, ma è possibile capire come si può lavorare per scardinare il sistema di malaffare e malapolitica che soffoca la Campania?

Iniziamo a rendere liberi di decidere e liberi dal ricatto occupazionale i cittadini, il nostro Reddito di Cittadinanza, la nostra proposta più importante serve a questo, ridare dignità alle persone e con un reddito mensile far si che non si debba essere schiavi di nessuno. Inoltre andando al Governo per il M5S sarà prioritario approvare una legge seria anticorruzione, cosa che non ci hanno permesso di fare in questa legislatura. Il rispetto delle leggi da parte di tutti i cittadini soprattutto da parte di chi opera nella Pubblica Amministrazione è fondamentale per questo occorre provvedere alla modifica del 416 ter sul voto di scambio politico mafioso, riformare l’istituto della prescrizione, prevedere il daspo per i corrotti e agenti sotto copertura, quindi occorre investire risorse adeguate per i corpi e le forze di polizia, ai tribunali e alla magistratura.

Cosa pensa del governatore De Luca e dei milioni che in questi giorni sta distribuendo alle varie province? Tra le altre promesse ha fatto anche quella di far diventare la Sanità campana la migliore d’Italia entro il 2019…

Basta andare a vedere le promesse che hanno fatto alle precedenti elezioni, come per le ecoballe che sono ancora tutte li, o come quando alle elezioni regionali promise 70 milioni per i lavoratori della Whirlpool di Carinaro. Oggi questi lavoratori non solo non hanno visto 1 solo centesimo, ma il Governo di De Luca ha permesso all’azienda di portare il lavoro a Varese, e a Carinaro ormai non fanno più produzione e gli operai vivono ancora oggi una situazione difficilissima. Da dicembre 2018 sono previsti altre centinaia di licenziamenti, e per questi gravi motivi ho presentato proprio nei giorni scorsi ancora un’interrogazione per mettere tutto nero su bianco.

Pensiamo ora ad un elettore medio, stanco e sfiduciato dei partiti tradizionali, ma preoccupato delle falle che vengono imputate ai metodi di gestione del Movimento: cosa dire, per esempio, a chi teme che il processo di selezione delle vostre candidature non sia limpido e perfetto come si vorrebbe? E’ vero che alcuni autocandidati si sono ritrovati fuori dalle parlamentarie solo perché altri attivisti hanno fatto opera di ‘delazione’? Come si può evitare in futuro?

Mi faccia capire, noi candidiamo solo persone incensurate, avevamo detto che ci saremmo tagliati lo stipendio e non avremmo preso i rimborsi elettorali, ed abbiamo mantenuto tutte le promesse. Io personalmente ho restituito 253.000€ al fondo per le Piccole e Medie Imprese che abbiamo creato, loro candidano condannati e indagati, e il nostro sistema non funziona? Io direi che è il loro sistema che non funziona, ed è per questo che perderanno, la gente vuole onestà soprattutto qui in terra di lavoro. Il M5S ha aperto alle autocandidature, quindi tutti si potevano proporre, poi però devi avere i requisiti che sono richiesti nel regolamento pubblicato, se non li hai non puoi essere candidato, tutto qui.

Quali sono gli altri punti deboli della vostra organizzazione interna che vorrebbe vedere risolti e superati?

Se ci sono problemi è perché stiamo crescendo ed imparando sempre più, ora che aumenteremo di numero saremo ancora più forti.

Quali sono invece i punti di forza del Movimento rispetto ai vecchi partiti di centrodestra e centrosinistra?

Con noi i cittadini hanno la garanzia che il nostro programma verrà rispettato, quello che diciamo facciamo, se votano noi è per la nostra coerenza.

Cosa differenzia la vostra offerta politica rispetto a quella di altri movimenti dal basso come Potere al Popolo o Casapound?

Il MoVimento 5 Stelle è un movimento non violento e antifascista, lottiamo contro tutte le mafie e ripudiamo la guerra. Considerate le modalità di Casapound non credo che noi abbiamo nulla in comune, per quanto riguarda Potere al Popolo non ne so molto, ma mi sento di dire che se ci sono movimenti di cittadini dal basso che vogliono portare un contributo al cambiamento questi devono essere sempre benvenuti, vedremo.

Crede che una volta realizzata la vostra missione di ‘ripulire’ il parlamento dalla corruzione e dal malaffare ci potrà essere un ritorno alle ideologie? Qual è quella del M5S? Quale modello di società vuole affermare?

Bella domanda, noi ci auguriamo di riuscire a dare finalmente un Parlamento pulito all’Italia, sono anni che lavoriamo per questo, sin dal primo V-Day del 2007. Se saremo la maggioranza dopo il 4 marzo allora si che finalmente andremo in quella direzione. Noi non seguiamo le ideologie ma le idee, è un modo nuovo di approcciare, un nuovo paradigma, pretendiamo e vogliamo una società migliore e più equità per tutti spero che i cittadini si ritrovino in massa nelle nostre proposte e vadano a votare convintamente il M5S. In queste settimane stiamo portando avanti una campagna elettorale, casa per casa, e la gente alla fine di ogni incontro ci incoraggia ad andare avanti, ed è molto bello, ci da la carica per continuare a lottare.

Intervista per Cronache di Caserta pubblicata l’8 Febbraio 2018

Rispondi