PFAS : Moronese(Misto) “positivo incontro con i comitati, comunicato avvio iter per una legge nazionale”

Roma 16 febbraio 2022 : “A seguito della nuova direttiva europea sulle acque potabili, all’allarme sui rischi per ambiente e salute lanciato dal relatore speciale dell’ONU Marcos Orellana che recentemente è venuto in visita ispettiva in Italia, nonché alla risoluzione della Commissione Ecomafie che chiede di regolamentare a livello nazionale i PFAS, l’attenzione sulla questione è aumentata notevolmente e da più parti si chiede al Parlamento di intervenire. Così ho accolto con piacere e senso del dovere le richieste di incontro e di ascolto, che mi sono pervenute dai comitati e dalle associazioni che da anni si battono per l’ambiente e la salute, contro le sostanze nocive chimiche industriali per e poli-fluoroalchiliche, appunto conosciute meglio come PFAS” così la senatrice Vilma Moronese (Misto) Presidente della XIIIª commissione permanente ambiente e territorio del Senato, a seguito dell’incontro tenutosi quest’oggi a Roma con le Mamme NoPfas e con Greenpeace, che ha poi aggiunto “il tema era da tempo alla mia attenzione, ed in previsione anche di questo incontro avevo preventivamente interpellato tutte le forze politiche per conoscere la loro volontà ad affrontare questa delicata problematica in commissione in questo ultimo anno di legislatura. Sono stata quindi felice di aver potuto comunicare ai comitati – prosegue Moronese – che la commissione ambiente, che mi onoro di presiedere, nell’Ufficio di Presidenza svoltosi nella giornata di ieri, ha deliberato all’unanimità di voler incardinare le proposte di legge depositate in Senato che trattano i PFAS – continua Moronese – oggi ho ringraziato i comitati per il loro grande lavoro di sensibilizzazione mirato a far apprendere l’importanza e il peso delle ricadute che hanno i PFAS sulla salute dei cittadini e ringrazio anche i colleghi di commissione che hanno deciso di impegnarsi per il raggiungimento di un traguardo così ambizioso, che spero possa arrivare positivamente a conclusione”, conclude Moronese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.