Moronese (M5S): Direttore parco del Circeo, Lega ha detto no a scelta meritocratica

La candidatura del generale Ricciardi a direttore del Parco nazionale del Circeo è stata condivisa, come ha affermato lo stesso senatore Arrigoni, in via informale. Siamo dispiaciuti che ci sia stato questo fraintendimento sull’elezione di una persona così capace come quella di Ricciardi”. Lo afferma il presidente della commissione Ambiente del Senato, Vilma Moronese. “La decisione era stata presa con un principio molto semplice, quello della meritocrazia. La scelta di Ricciardi è stata fatta scegliendo con cognizione di causa, preferendo un’autorità dal curriculum di tutto rispetto, un uomo insignito della benemerenza d’oro per l’ambiente e comandante dei settori ambientali dei Carabinieri – continua -. Inoltre, bisogna dire che il sistema delle nomine è cambiato rispetto al passato. Non esiste più il sistema basato sul datato Cencelli, quello dell’occupazione delle poltrone senza una logica, dettate appunto da un manuale. Ora le nomine vengono fatte scegliendo i migliori curricula, inserendo professionisti ai posti giusti. Questo si chiama competenza”, sottolinea l’esponente M5S. “Come ha affermato il ministro Costa, stiamo avviando una discussione fattiva e concreta con le Regioni e con tutte le realtà territoriali, dagli enti locali ai comitati ambientalisti. Proprio per i motivi riportati la carica del generale Antonio Ricciardi sembra non solo idonea ma soprattutto condivisibile”, conclude Moronese. POL LAZ dab 20190116T134140Z

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/print/18/SommComm/0/1097102/doc_dc

https://www.radioradicale.it/scheda/563282/senato-intervista-a-vilma-moronese-sulla-nomina-del-presidente-del-parco-del-circeo

Rispondi