Terra dei fuochi, Moronese (M5S): primi risultati positivi piano d’azione, proseguire sulla strada intrapresa. In campo anche l’Aeronautica Militare

Il Piano d’azione del governo per la Terra dei Fuochi sta dando i primi risultati positivi, ma è necessario proseguire sulla strada intrapresa senza indugi, perché i mesi estivi che stanno per arrivare sono i più critici. L’aumento dei controlli ha fatto sì che rispetto al 2018 abbiamo avuto più sequestri ed arresti, e questo è un dato sicuramente molto positivo dal quale si comprende il buon lavoro fatto. Abbiamo però davanti a noi la sfida di sempre, quella di far collaborare di più gli enti locali, infatti in diversi Comuni sussistono ancora forti criticità, dovute all’abbandono dei rifiuti per le strade che rappresentano una potenziale fonte di roghi tossici e sono il sintomo di uno scarso impegno dell’amministrazione.

Altri segnali positivi arrivano dalla Regione Campania, infatti sembrerebbe che dopo le passate e tristi uscite del Governatore De Luca in merito all’inutilità del “progetto Epica” e l’utilizzo dei medici di base, la Regione stia maturando l’idea di collaborare. Davvero interessanti poi, i risultati della collaborazione tra il Ministero dell’Ambiente e l’Aeronautica Militare illustrate dal prof. Massimiliano Lega capo segreteria del Sottosegretario Micillo, che ha mostrato al tavolo tecnico le potenzialità dell’impiego degli aerei militari applicate nel campo ambientale, ed in particolare sono stati mostrati alcuni rilievi recentissimi che evidenzierebbero una possibile fonte di contaminazione delle acque che altrimenti difficilmente sarebbe stato possibile intercettare.

Di seguito trovate un estratto della presentazione che il prof. Massimiliano Lega, ha svolto in merito all’uso degli aerei militari per il contrasto agli illeciti in Terra dei Fuochi, che riguardano Cava Monti e la discarica Bortolotto, due discariche abusive prese ad esempio dal professore nel suo intervento.

L’aggiornamento del Piano d’azione per il contrasto dei roghi dei rifiuti che si è svolto oggi a Napoli, e che riguarda anche l’intera provincia di Caserta, dimostra ancora una volta quanto sia serio e costante l’impegno preso dal Governo di risolvere le annose questioni che interessano il nostro territorio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Aggiornamento patto d’azione per la Terra dei Fuochi [VIDEO]

Rispondi