Stop trivelle: M5S non cambiamo posizione nel 2016 Lega stessa nostra linea

(ANSA) – ROMA, 10 GEN – “Il Paese non può andare avanti se ne miniano le fondamenta. Il Paese per andare avanti deve esistere e deve essere integro. Dire che il nostro è un territorio fragile sotto il punto di vista ambientale non è demagogia. Dire che il nostro Paese ha bisogno di una svolta sotto il punto di vista energico non è demagogia. Dire di puntare alle fonti rinnovabili non significa far ritornare il Paese indietro di 20 anni!”. Lo affermano il presidente e il capogruppo M5S della Commissione Ambiente al Senato, Vilma Moronese e Paola Nugnes. “I dati sull’inquinamento – aggiungono – sono paurosi. Guardiamo per esempio alla Pianura Padana, tra i territori più inquinati d’Europa e che ne rappresenta la maglia nera. Lo dicono le ricerche non lo dice il M5S. Vogliamo parlare del lavoro? Grazie all’efficienza energetica negli ultimi 3 anni sono stati creati 425mila posti di lavoro. Con il referendum del 2016 non solo il M5S era a favore dello stop alle trivellazioni, anche la Lega lo era. Tutelare pesca e turismo, difendere il territorio, impedire a Renzi di svendere il mare ai petrolieri”. “Queste erano le posizioni di chi ora è al Governo – concludono Moronese e Nugnes – noi, rispetto a quella posizione, non facciamo nessun passo indietro”. BSA-COM 10-GEN-19 20:07 NNN

#Trivelle: M5S, defosillizzare economia è nel contratto di governo

Ambiente, Moronese(M5S): Piano energetico pone nuove basi per modelli economici e ambientali [PDF]

Rispondi