MORONESE (M5S) CASO ILSIDE “IO ATTACCATA DA SINDACO PER AVER DETTO VERITA’, MA OGGI PER LUI LA PROCURA CHIEDE IL PROCESSO”

Soltanto per aver fatto il mio dovere di parlamentare del territorio e aver minuziosamente denunciato tramite atti parlamentari il disastro ambientale che si è perpetrato negli anni all’ILSIDE di Bellona(Caserta), e poi aver diffuso la relazione pubblica prodotta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, per la Commissione Bicamerale d’inchiesta sulle ecomafie, che conteneva la notizia dell’indagine a carico del sindaco di Bellona, sono stata definita dallo stesso sindaco “sciacallo” “spietata” “in cerca di voti”.
La notizia di oggi che vede la richiesta del processo per il sindaco di Bellona da parte della Procura, assieme agli altri indagati, è la prova che qui gli spietati non siamo certo noi.
Più le indagini vanno avanti e più tutti i fatti che abbiamo denunciato, facendo anche i nomi e cognomi nella nostra interrogazione trovano riscontro.

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=01040024&stampa=si&toc=no

Il lavoro che abbiamo fatto, e che stiamo continuando a fare come MoVimento 5 Stelle, è partito sul territorio già dal 2013, a seguito di alcune segnalazioni che ricevemmo. Successivamente con l’ingresso in Regione Campania, abbiamo fatto partire le prime audizioni nelle commissioni competenti, poi dopo l’incendio di Luglio ci siamo attivati da subito per dare tutto il supporto possibile, abbiamo fatto un’ispezione con il Comandante dei Carabinieri mentre l’incendio era ancora in atto ed erano 4 giorni che i Vigili del Fuoco non riuscivano a domarlo https://www.vilmamoronese.it/spegnere-linferno-tossico-dellilside-brucia-4-giorni-primo-obiettivo-subito-le-responsabilita/6305 e ancora abbiamo chiesto anche l’aiuto del Prefetto di Caserta al quale va dato atto di essersi attivato e reso disponibile sempre.

Poi sono arrivate le manifestazioni in piazza(che continuano), alle quali abbiamo partecipato, ho successivamente inviato una lettera alla Procura e allo stesso Prefetto https://www.vilmamoronese.it/incendio-ilside-oggi-scritto-alla-procura-al-prefetto-caserta/6495 poi è arrivata la commissione d’inchiesta parlamentare sulle ecomafie che ha fatto le audizioni e ancora sta lavorando al caso.
Questo non è “cercare voti” si chiama dovere.

Vorremmo aver potuto fare di più ma ognuno ha il suo ruolo, il dispiacere più grande è per i tanti cittadini che ho incontrato, che stanno subendo da anni e che non riescono a darsi un motivo valido del perché stiano subendo tutto ciò, senza che non si riesca ad avere un intervento risolutivo, sembra che la parola fine non arrivi mai.

Crediamo che nella vicenda dell’ILSIDE si intreccino non solo crimini ambientali, ma anche altri tipi di crimini, probabilmente come quelli finanziari legati alle false fideiussioni, questo rende tutto molto complicato, ma dobbiamo avere fiducia nel lavoro di chi sta indagando.
Nel frattempo noi di certo non ci facciamo intimidire da nessuno, e andiamo avanti per la nostra strada e continueremo a denunciare sempre tutto.

Rispondi